Gli Istituti sono organi del CNR aventi il fine di svolgere azioni di ricerca diretta in connessione con gli obiettivi programmatici dell'Ente e tenuto anche conto degli indirizzi generali della ricerca nel Paese.

In rapporto con le linee di ricerca e con le esigenze organizzative, gli Istituti, con provvedimento del Presidente del CNR, su proposta del Direttore dell'Istituto, possono articolarsi in reparti e in servizi tecnici interni. All'Istituto sono preposti il Direttore e il Consiglio scientifico.

Istituito con decreto dell'allora Presidente del CNR Guglielmo Marconi il 10 agosto 1936, come Istituto Nazionale di elettroacustica, ebbe come suo primo direttore Orso Mario Corbino, fisico insigne e fondatore della Scuola di Roma di Fisica Nucleare, che agli inizi orientò l'attività dell'Istituto da lui fondato verso ciò che oggi si definisce "alta fedeltà" nella riproduzione dei suoni. In seguito alla morte di Corbino e a causa anche delle vicende belliche che privarono l'Istituto delle strutture necessarie, queste ricerche furono interrotte e l'attività fu rivolta allo studio degli ultrasuoni.

 

Istituto di Fisica Nucleare - Via Panisperna, Roma

 

Diventato Istituto Nazionale di Ultracustica nel 1949, l'Istituto svolse ricerche sino al 1968 quasi esclusivamente nel campo della propagazione del suono nei solidi e nei liquidi, conquistando un posto di rilievo internazionale. L'effetto Bordoni, riguradante la dissipazione di energia elastica nei metalli dovuta ad alcune imperfezioni del reticolo-cristallino, è oggi studiato nelle università di tutto il mondo. L'influenza dei raggi cosmici sulla cavitazione austica, cioè sulla formazione di bolle di gas in un liquido attraversato da ultrasuoni di grande intensità è citato come uno dei più importanti studi sulla cavitazione. L'uso della luce per visualizzare il campo acustico, l'interferometria acustica ad alta risoluzione, la costruzione e l'impiego di trasduttori ultrasonori di grande potenza, hanno portato a loro volta all'Istituto ampi riconscimenti in Italia e all'Estero.

Nel 1968 l'Istituto fu ristrutturato e ingrandito diiventando Istituto di Acustica "O.M. Corbino".

Dal Febbraio 2010 ha preso l’attuale denominazione a seguito dell’apertura della sede di Brescia denominata “SENSOR Laboratory”, sottolineando così l'importanza che la sensoristica ha nelle attività dell'Istituto.

 

...e la storia continua.....

FaLang translation system by Faboba