Ricerca Spontanea a Tema Libero (RSTL)

 

Tecnica innovativa per la determinazione della qualità acustica di antichi strumenti di liuteria

 

L’Istituto di Acustica e Sensoristica “O.M.Corbino” ha un’antica tradizione nel campo dell’acustica musicale. Infatti, già a partire dal 1938 e per gran parte degli anni 40, il Prof. Gioacchino Pasqualini, ricercatore dell’Istituto, si è dedicato a ricerche mirate a caratterizzare la qualità acustica di antichi violini, cercando cioè di determinare quali fossero i parametri acustici più significativi atti a definire eccellente il suono di un violino, per esempio di uno Stradivari o di un Guarneri del Gesù. Il Prof. Pasqualini, oltre ad essere un fisico, era anche un valente maestro liutaio e violinista. Gran parte della sua attrezzatura e dei suoi violini, anche antichi, sono visibili nella sezione di liuteria della Pinacoteca di Ascoli Piceno, sua città natale, tuttora nota per i suoi maestri liutai.

 

L’obiettivo di questa ricerca – che continua con tecniche moderne le indagini già iniziate da Pasqualini - è quello di determinare una opportuna grandezza fisica che  caratterizzi, in modo non invasivo, la qualità acustica degli antichi violini per mezzo di una valutazione oggettiva univoca, e non solo soggettiva quale è quella attuale. Tale grandezza fisica potrebbe in seguito essere assunta come standard per la classificazione acustica dei violini. L’idea di base è di ottenere una “signature” per ogni strumento esaminato, ossia una risposta del violino - o più in generale di ogni strumento musicale di liuteria - quando venga stimolato, opportunamente, con un impulso acustico standard che contenga un ampio intervallo di componenti armoniche. La risposta non è altro che l’andamento in funzione del tempo della intensità del suono emesso dallo strumento musicale esaminato. Si ottengono così diverse “signature” per vari violini. Questi dati fisici vengono poi correlati con i responsi soggettivi - sulla qualità sonora dei violin i- da parte di ascoltatori selezionati che ascoltano, in una camera acusticamente trattata dell’Istituto di Acustica e Sensoristica, brani dei vari strumenti in esame.

 

Contatti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Principali collaborazioni

Istituto Internazionale di Liuteria, Cremona; Museo Stradivari, Cremona; Conservatorio di Santa Cecilia, Roma.

FaLang translation system by Faboba